martedì 25 ottobre 2011

Il dileggio di Sarkozy e della Merkel la dicono lunga su quel pensano di Berlusconi in Europa.

Certo si potrà anche protestare, lo può fare il Minisitro degli Esteri, il presidente del Consiglio che si è visto deriso, o addirittura il presidente delel Repubblica, ma il sorriso beffardo di  Sarkozy  e della  Merkel non potrà essere scordato per anni. Si dirà di certo che è una caduta di stile del presidente Francese, uno scivolone delle teutonica Angela, o una sua piccola vendetta per quell'indecente "culona" che ha attraversato l'Europa.  E' vero, Sarkozy  trionfa sulle disgrazie altrui visto che non può farlo sui meriti propri. Ripetiamocele tutte le considerazioni, prendiamocela pure con la grandeur francese,  con la presunzione tedesca o con il mondo intero. Di certo però riconosciamolo, quel sorriso beffardo e di compassione la dice lunga su come venga considerato il nostro Presidente del Consiglio in Europa,  di come abbia saputo guadagnarsi  rispetto e ammirazione tra i suoi stessi alleati. Parliamo pur male degli altri, ma riconosciamo che quel sorriso ironico e strafottente ce lo siamo meritato fino in fondo, non fosse altro per l'unica colpa di aver sopportato Berlusconi fino a questo momento.


Nessun commento: