venerdì 23 settembre 2011

La lega e la rovina del Nord.

Giorno dopo giorno dice Bossi , è questo il suo appoggio al governo. Dipenderà dalla circostanze o dal caso. Ma Bossi non va preso troppo seriamente, Berlusconi lo sa. Abbaia ma non morde il Senatur. Le spara grosse ma poi le ritira. Fatto sta che fino ad ora è stato un più che fedele sostenitore del miliardario al goveno. In nome della fedeltà e della coerenza ha digerito e fatto digerire allla Lega ogni bruttura possibile ed immaginabile. Una volta gridavano Roma ladrona, ora non hanno più fiato, sostengono persino Milanesi e compari , votano per impedire la sua custodia cautelare. Parlano di lealtà ma questa non c'entra molto e anche ammesso ci sia, non salva dall stupidità nè dalla dabbenaggine. La base leghista è in rivolta, le bandiere verdi non riescono più a garrire al vento del Nord ma se ne stanno rattrappite e un po' in disparte, rosse dalla vergogna. Bossi parla di secessione per salvare il Nord, visto che l'italia affonda. Peccato si dimentichi di dire che lui e il suo partito sono al governo da anni. Ci provi il Senatur ad elencarci le conquiste che ha fatto negli anni in cui ha sostenuto Berlusconi  ? Nessuna, lo zero più assoluto. Nel contempo ha salvato dalla giustizia il premier e sostenuto un governo inaffidabile ed incapace, che merita ampiamante di andare a casa. Assieme al Premier e al Pdl, la Lega e Bossi sono i principale responsabile del crollo del paese. Ma non sono il Sud o il centro che crollano, quelli già rovinavano da soli, è l'intero nord che crolla, che non cresce, che va in rovina.  L'importante però per Bossi è salvare il Cavaliere, l'importante è salvare se stesi ed i propri privilegi, magari salvare Milanesi e poi tra qualche giorno il Minsitro Romano. Ma Bossi ed i leghisti hanno valutato le accuse, riportato da tutti i giornali, su Marco Milanesi ? Viaggi, consulenze, incarichi in società pubbliche, favori a destra e a manca , Ferrari, Porsche, Bentley, Bmw, orologi, gioielli, una barca e tanto altro. Vero o falso che fosse valeva davvero la pena salvarlo dai giudici ? valeva la pena impedire il corso della giustizia ? e poi e ancora, varrà la pena continuare a sostenere le leggi affossa processi del Premier ? Basterebbe chiederlo a qualche leghista, negli sperduti paesi del nord, in val Seriana come in val Brembana, in Val Camonica come a Bergamo o a Brescia. Inutile parlare di federalismo quando si ha intenzione di non salvare proprio nulla se non se stessi, il proprio potere ed i propri interessi. Non si salva di certo l'Italia così ma neppure la Padania.

Nessun commento: