venerdì 24 giugno 2011

Le utili rivelazioni su Berlusconi.

La popolarità del premier sembra non esserre mai stata tanto bassa come in questo periodo. Se questo è l'effetto certo della situzione economica, delle tante promesse non mantenute, o degli scandali che lo vedono coinvolto, ora rischiano di aggiungersi a tutto questo anche le intercettazioni sulla P4. Dichiarazioni di vari personaggi, politici, amministratori, ministri, forse penalmente non rilevanti come si diceva, ma che sminuiscono e intaccano l'immagine del Cavaliere. I giudizi potrebbero essere imbarazzanti, taglienti, forse addirittura offensivi nei suoi confronti. Ci eravamo già abituati e avevamo già digerito il famoso "Silvio flaccido" , che pare si sia lasciata scappare la Minetti quando si parlava di Bunga Bunga. In fondo le doti  fisiche del Premier  lasciano del tutto indifferenti gli italiani, che al massimo in questo caso si mostrerebbero più portati al dileggio o alla scontata battuta. Ora però arriva l'imbarazzante e offensiva dichiarazione, attribuita dai giornali alla Ministra Prestigiacomo " Berlusconi deve essere intelligente e non lo è". La prima parte del pensiero potrebbe anche essere contestualizzata, ma le conclusioni sembrano date come assodate, non solo dalla  dichiarante ma anche dall'ascoltatore. E qui si parla di capacità intellettuali per chi dovrebbe guidare il paese. Non è poca cosa sopratutto se detta da un conoscente, da un amico, da un tuo ministro. Altro che De Gasperi e miglior premierato degli ultimi 150 anni della Repubblica. Da qui in poi, vedrete che anche Silvio, si dovrà decidere a riscrivere la "sua storia",  o almeno a tacere  

Nessun commento: