lunedì 16 maggio 2011

Calderoli ; coerenza in bilico.

La campagna elettorale di Berlusconi  si è svolta come al solito sull'onda delle promesse. In carenza di altri obiettivi, visto che oramai aveva già da tempo promesso tutto e anche di più, il premier si è trovato costretto, a Napoli , a promettere di impedire , con qualche artificio legislativo, una nuova legge ad hoc o un nuovo condono, la demolizione delle case abusive. Si sa, anche l'illegalità per certi politici può essere oggetto di promessa elettorale o scambio. peccato che l'incauta e vergognosa uscita del premier abbia suscitato le ire della Lega e di Calderoli il quale ha subito dichiarato che ""Sicuramente Berlusconi dovrà prima parlarne anche con la Lega". Come dire , Berlusconi può promettere quello che vuole , non è detto però che noi lo accetteremo. Pare di certo giusta e condivisa la posizione di Calderoli , sia nella sostanza che nel metodo quando . Intervistato dall'Ansa il Ministro ha affermato che, per quanto lo riguarda  "indipendentemente da dove siano collocati gli immobili" lui "è contrario a fermare abbattimenti già disposti di costruzioni abusive, che tra l'altro non avrebbero neppure potuto essere sanate nei precedenti condoni edilizi". Tutto bene fino a qui, potremmo persino applaudire per una volta Calderoli. Se non fosse che ci sconcerta solo un po' il proseguo del suo discorso, ci lascia ,diciamo, solo poco poco basiti . Qualche incongruenza con il suo precedente operato di parlamentare e leghista la rileva. E' un po' "forte" il fatto che Calderoli aggiunga , senza nemmeno arrossire o senza porsi qualche problema, "che non possono esistere nel Paese zone franche per la legge , perché la legge deve essere uguale per tutti".  La coerenza è di certo tra tutte le virtù la più difficile da raggiungere, richiede memoria ed impegno. E'  però una virtù solida e non può essere tirata come un pezzo di caucciù a destra e a manca secondo le convenienze, o cancellata , con una semplice tratto di gomma quando è più scomoda. In pratica è come la legge e come questa non può essere applicata solo al sud  e scordata a milano o al nord.

Nessun commento: