giovedì 10 marzo 2011

Lapsus freudiano di Berlusconi sulla Riforma o peggioramento delle sue condizioni ?

Un ministro della giustizia solo di nome ed un Berlusconi acciaccato ed incerottato ci hanno regalato l’ennesima ora di propaganda politica dalla sala stampa di Palazzo Chigi, facendo montare la bile e la rabbia ai tanti italiani che hanno  problemi più urgenti da risolvere oltre alle idiosincrasie del Premier.  Durante questo spettacolo, più inverecondo che onesto , che doveva servire a convincere i tanti dubbiosi sulle buone intenzioni del Premier e della riforma, a Berlusconi è scappata una affermazione , che si prefigura come un vero e proprio lapsus freudiano. Candidamente, e senza nemmeno arrossire o provare vergogna, pare che il premier abbia affermato, di fronte ai tanti giornalisti basiti, che con queste modifiche costituzionali Tangentopoli non ci sarebbe mai stata. Il fatto più grave è che il ministro della giustizia sia stato impassibile ad ascoltare senza nulla obiettare senza nemmeno chiedere il ricovero coatto per il peggioramento delle condizioni del Premier. Bastano queste afffermazioni però, e tutto il resto non conta più nulla, per capire quali siano le finalità di questa "riforma epocale"  e per capirne la sua reale portata.


Nessun commento: