mercoledì 23 marzo 2011

Governo impegnato su due fronti, attacco alla Libia ed ai processi del Premier.

Tra un attacco e l'altro alla Libia, il Governo apre un nuovo fronte, questa volta interno, sulla giustizia ed i processi. Forse si contava sulla disattenzione generale, forse si confidava che in Italia si potesse anche spuntarla non avendo a che fare con Stati Uniti, Francia ed Inghilterra , ma solo con un branco di peones in parlamento, fatto sta che ieri il Governo italiano ha approvato la prescrizione breve, l'ennesima leggina ad personam per Berlusconi. E meno male che in tanti , compresi i suoi stessi legali, avevano assicurato la presenza del premier ai processi e l'abbandono di ogni legge ad personam. Sciocca ingenuità quella degli italiani, che spesso raggiunge la dabbenaggine. Come non avere ancora imparato che le promesse del Presidente del Consiglio Italiano sono sempre state molto simili a quelle di Gheddafi. Anche per questo tra tra i due leader c'era intesa.   

Nessun commento: