venerdì 4 febbraio 2011

Governo , avanti tutta , una birbonata dietro l'altra.

E' inutile girarci attorno , la legge parla chiaro, il voto in pareggio ottenuto nella commissione bicamerale  sul federalismo va considerata a tutti gli effetti una bocciatura. Lo smacco per la Lega e la sua mediazione è stato forte, ma il Governo non cede, conscio che in caso contrario si va dritti alle elezioni, che oramai il Pdl considera come una sciagura. Così ieri , nella seduta del Consiglio dei Ministri, si è approvato , nonostante il parere contrario della commissione parlamentare, un nuovo decreto legislativo sul federalismo. Le opposizioni naturalmente , e come era prevedibile, sono insorte gridando al golpe e dichiarando che preparanno le barricate.  Non credo che però il governo si lascerà intimidire da tutto questo. Quello che preoccupa davvero la maggioranza è l'aria che tira sul Colle più alto di Roma. Di certo si sconta il nuovo provvedimento non piacerà molto al Capo dello Stato, il quale avrà sicuramente qualche problema a controfirmarlo. Già i  collaboratori di Napolitano si sono espressi dichiarando che ci saranno problemi di "metodo e di procedure".  Insomma per la maggioranza e per il premier, finito un problema ne inizia un'altro, e detto tra di noi per buona parte se li sono cercati. Visto che nel tempo non non ne hanno risolto uno nonostante "l'impegno" profuso, la situazione, come si vede, è sempre più ingarbugliata e insostenibile. Tutto oramai consiglierebbe la scelta del ricorso alle urne, proprio nel più breve tempo possibile , e a questo punto anche nell'interess degli italiani. Saremmo già in aperta campagna elettorale se negli ultimi periodi  a Berlusconi non venisse l'orticaria tutte le volte che ci pensa. Rassegnamoci quindi , a meno che non si giunga alle barricate davvero, si andrà avanti così, un problema dietro l'altro, una birbonata dietro l'altra, fino a che a che si potrà e fino a che il paese reggerà.


Nessun commento: