giovedì 3 febbraio 2011

Federalismo , pietra tombale di Berlusconi ?

Oggi , poco prima delle 13 si voterà alla Bicamerale il decreto sul federalismo. Se passasse non sarebbe la grande e tanto sognata svolta per la Lega, ma un contentino, solo un pannicello caldo. Si finirebbe , facendola semplice e breve, per continuare a pagare le stesse tasse centralizzate che paghiamo ora, più altre locali, visto che lasciaranno una maggiore capacità impositiva alla periferia. Le proposte , nonostante la paziente mediazione di Calderali per convincere tutti , non hanno convinto le opposizioni, in molti, in troppi, non credono in "questo" federalismo. Baldassarri lo ha definito "figlio del peggior centralismo" e le opposizioni voteranno quindi compatte per il no. Nessuno in questo momento, visto la durezza delleo scontro, e disposto a concedere sconti a nessuno.  A quanto pare quindi le votazioni sul federalismo finiranno con un bel 15 a 15, pari e patta, ma il decreto così rischerebbe di non passare. "Se sarà pareggio diremo a Pdl e Lega di fermarsi, non ci sono le condizioni politiche e neppure giuridiche per andare avanti", ha detto Bersani.  Ma ogni decisione spetterebbe in questo caso alla Lega ed a Bossi. Saranno disponibili a cavillare giuridicamente e politicamente in attesa di tempi migliori, o oramai, passati anche i tempi supplementari, decideranno di ritirare la squadra ? I sondaggi elettorali consiglierebbero di portare a casa almeno un qualche risultato anche minimo prima di andare alle elezioni, quanto basterebbe per poter dire eravamo molto vicini e per colpa di altri siamo rimasti con un pugno di mosche, . Ma i sondaggi, e quanto ancora dovrà aspettarsi il premier sul piano della giustizia, non lasciano ben sperare in grossi risultati o improbabili rimonte , ecco perchè forse, proprio da oggi il federalismo potrebbe diventare il "casus belli", la pietra tombale di Berlusconi e del suo governo. Il Cavaliere potrebbe cadere non sotto il peso degli scandali, visto che qui hanno tollerato e sopportato tutto, anche l'indecenza, ma per l'incapacità e l'impossibilità di realizzare i loro stessi programmi. Più sconfitta politica di questa che cosa potrebbe esserci ?

Nessun commento: