martedì 1 febbraio 2011

E' forse questo il giudice perfetto per Berlusconi.

 Oggi è stata perquisita l’abitazione romana della giornalista del Giornale, Anna Maria Greco. La perquisizione è avvenuta, sembra, a seguito dell'articolo sul procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini, dal titolo “La doppia morale della Boccassini”. Nell'inchiesta si dice sia indagato dalla procura di Roma, per abuso d'ufficio, il consigliere laico (di nomina Pdl) del Csm, Matteo Brigandì. Forse il giudice voleva sentirsi vicino al premier almeno nelle accuse di reato. Indiscrezioni circolanti sembrano attestare che l'inchiesta sia  partita da una segnalazione ufficiale fatta dal CSM stesso. Il consigliere Brigandì, secondo l'accusa, avrebbe passato documenti interni al Csm alla giornalista che ha poi redatto un articolo sul procuratore aggiunto di Milano, Ilda Boccassini. Chissa se Brigandi  verrà attaccato da Berlusconi ed accusato di essere di parte. Oppure se, in questo caso, questo giudice goda del gradimento del Premier. Forse è proprio così allora che Berlusconi vuole i giudici, li vuole sempre ed in ogni caso, solo dalla "sua parte". 


Nessun commento: