lunedì 20 dicembre 2010

Il Coordinatore del Pdl Gasparri insiste con le sciocchezze e persegue una logica di "estrema destra".

Gasparri insiste e persiste, non lo attanaglia il minimo dubbio , anzi, sembra animarlo una volontà incrollabile nel voler fare danni a tutti i costi, o nel dire sciocchezze ad ogni piè sospinto. Non gli era bastato , secondo una logica prettamnte fascista, predicare ed invocare gli "arresti preventivi". Il dubbio è che di questo passo, una idiozia dopo l'altra , si rischi , prima o poi,  di arrivare a predicare le "purghe" ed il "confino", come ai tempi di quel suo "nostalgico e desiderato regime".  Ora ,il capogruppo del Pdl Maurizio Gasparri,  ritorna sulla questione. Pervicacemente insiste "Voglio fare un appello ai genitori, dite ai vostri figli di stare a casa. Quelle manifestazioni sono frequentate da potenziali assassini. Vanno evitate" , dice ai microfoni di Agorà su Raitre riferendosi ai cortei di studenti in programma per mercoledì prossimo.  Da profondo conoscitore dei vari ambienti sociali, chissà che Gasparri prima o poi non rivolga un analogo appello anche ai frequentatori del parlamento, assassini ancora non risulta ce ne siano, ma inquisiti, sospettati di mafia e tangentisti se ne trovano parecchi. Chisssà che prima o poi anche il Minsitro non decida di rimanersene a casa per evitarsi cattivi incontri e pessime compagnie. Purtroppo Gasparri non è un'eccezione, è solo la cartina di tornasole di questo Governo, il tipico rappresentante , ma non il solo, del qualunquismo imperante, del fascismo strisciante, delle tentazioni autoritarie , più o meno latenti e represse, che sembrano di colpo farsi largo nel momento stesso in cui il potere del Premier  sembra vacillare.  Mentalità tipica in fondo di una destra estrema, che va idealmente e politicamente combattuta e sconfitta,  prima che sia troppo tardi.   

Nessun commento: