giovedì 25 novembre 2010

"Basta munnezza" , ma per merito dello Stato e non di un boss.

Sono solo dieci metri di vicolo lungo trinità degli Spagnoli a dare una presunta immagine di normalità a Napoli per quanto riguarda il problema dei rifiuti. Ma propio quei dieci metri sono un segnale inequivocabile della diversità di Napoli, della "legge" che tutt'ora vige e governa interi quartieri della città. Quel vicolo, libero dall'immondizia per ordine di un boss è anche la risposta certa ed immediata a chi, con tanta enfasi propagandistica e scarso senso della realtà , continua a pensare che lo stato , di successo in successo , si appresta a vincere la guerra contro la camorra e la mafia. Quante volte, negli ultimi tempi,  ci siamo sentiti dire che "mancano ancora solo due superlatitanti" ? Mancano a che ? o per che cosa ? Per chiudere il cerchio si dice efose non si sa nemmeno di che si parla. Forse quel cartello , quell'avviso perentorio, che è diventato ordine e "legge", sveglierà alla fine anche qualche bella addormentata nel bosco.  Solo poche parole "qui niente munnezza" , hanno trasformato dieci metri di un vicolo Napoletano , in una normale e linda strada di Lugano. Quel che l' intero Governo non è riuscito a fare l'ha fatto la mafia. Quel boss non ha fatto promesse, niente proclami, nessuna propaganda o pubblicità; si è solo comportato da boss, e come tale ha  ordinato e minacciato.

Quando anche lo Stato riuscirà a comportarsi da Stato ? quando, anche il Governo, si deciderà ad intervenire e  governare, senza tante chiacchere e distinguo, una situazione divenuta una vera vergogna nazionale ? Il dubbio è che fino a quando si cercheranno  capri espiatori invece di discariche ed inceneritori, fino a quando non si finirà di litigare e di addossare ad altri anche le proprie colpe  o fino a quando non si smetterà di dire che se Napoli è pulita e merito del Governo e se invece è sporca è colpa del Comune, tutti quei rifiuti rimarranno lì, in bella mostra a testimoninaza dell'incompetenza e del fallimento dello Stato, del Governo, della Regione, del Comune,  di quanti dovrebbero decidere e risolvere il problema ed invece accusano , chiaccherano inutilmente e cercano scappatoie che non hanno. Decidano in fretta però, perchè Napoli non può continuare così e perchè deve ritornare quanto prima quella bella città che tanti ricordano, decidano, perchè non si può lasciare che la mafia governi non soli i rifiuti ma anche l'intero territorio.  Anche perchè gli italiani sono stanchi di vivere nel paese delle emergenze, gradirebbero finalmente vivere in un paese normale , un paese in cui ognuno fa il "suo" , senza tanto clamore, senza perder  tempo in propagando e strumetalizzazzioni. Un paese in cui sia lo Stato a ripulire i vicoli di Napoli e non la mafia o la camorra.  A questi al massimo si potrebbe sì affidae la pulizia di dieci metri di territorio , ma dovrebbero essere quelli delle loro celle, in un carcere di massima sicurezza.

Nessun commento: