martedì 2 novembre 2010

C'era un governo....e tre giorni forse basteranno per "spazzarlo" via.

Questa mattina , non su un giornale di sinistra , ma addirittura su Libero , a testimonianza di quanto la misura sia oramai colma ,a firma di Filippo Facci , si poteva leggere :

"So di parlare a titolo personale, ma dire che sono stufo non rende neppure l'idea. Non si può campare pensando sempre che gli altri sono peggio, che i giudici sono comunisti e che Fini è un traditore: anche se ci fosse del vero in tutto quanto. Non si può passar la vita a difendere il privato di Berlusconi se poi Berlusconi non fa niente per difendere dal suo privato noi, cittadini o giornalisti che perdiamo intere stagioni a discutere delle sue mutande: e questo solo perché lui ha sottovalutato dei rischi o perché deve affermare qualche principio. Berlusconi sarà anche un genio, ma i suoi casini impediscono di dimostrarlo e fanno perdere un sacco di tempo al Paese: e parlo di casini autoprocurati, non di complotti dei poteri forti. Se di notte il Premier non telefona a Obama ma a Nicole Minetti, e se la liberazione di una cubista marocchina è divenuta la missione più rilevante della nostra politica estera, la colpa non è mia. Se il Lodo Alfano serve a guadagnare tempo e a non farlo perdere al Paese, e però per farlo ci vogliono tre anni, la colpa non è mia. Se dietro Berlusconi non c'è un partito ma c'è solo lui, oltre a una serie di soldatini imbarazzanti, la colpa forse è addirittura sua. Non ho capito se alle famiglie italiane arriverà davvero un opuscolo su quanto realizzato dal governo negli ultimi due anni, ma credo che i prossimi due anni alle famiglie italiane interessino addirittura di più. Ci facciano, anzi, ci faccia sapere. "

E il Premier faccia sapere anche a quanti, certamente non di destra, da anni e non da giorni, si vergognano di essere così malamente rappresentati , e ripetono fino all'ossessione che così non si può continuare e che non se ne può più. E finalmente non siamo più i soli.

Ora solo una breve considerazione. Certamente non si tratta di avere la sfera di cristallo nella quale  leggere le sorti del Premier e della legislatura per capire quanto accadrà  a breve. Certamente è facile immaginare che i magistrati di Milano, al termine degli accertamenti e delle deposizioni, accuseranno Berlusconi per la sua telefonata in questura. Scelga lui il reato visto che se ne potrebbe facilmente immaginare più d'uno. A quel punto Fini , forse non solo ma sostenuto da un ampio schieramento, chiederà al premier , ancora una volta, di fare un passo indietro. Quanto tempo servirà a Berlusconi per capire che è giunto il momento di salire al Colle e formalizzare le sue dimissioni ? Basteranno anche qui i fatidici tre giorni,  concessi ad esempio alla spazzatura di Napoli , o ne serviranno di più, visto le scadenze ed i congressi dei Finiani ? Ma detto questo, nel Pdl , credo  non possano più sussistere altre considerazioni se non quella generale e cioè che, quanto prima si riesce a liberarsi di un Premier oramai allo sbando ed incontrollabile meglio è per tutti, o si dovranno mettere in programma durissimi scontri e rischiose  avventure. I sondaggi odierni non danno molte speranze , anzi parlano chiaro, l'80% degli italiani non ne può più.

1 commento:

Anonimo ha detto...

I sondaggi li fai tu con quelli della tua sezione? Come diceva Totò: ma mi faccia il piacere!!!
Perchè qualche volta non dite qualcosa di politico invece che continuare a rimestare nella spazzatura!Certo è meglio che tornino al governo quei fior di statisti della tua parte. Quelli che andavano a trans (Sircana, per non scomadare Marrazzo) o quelli i cui collaboratori, stretti, trombavano con putt...., scusami, con excort negli uffici di palazzo Chigi (D'alema e C.).
Cercate di vincere le elezioni che è meglio.