mercoledì 13 ottobre 2010

"Emergono candidati indegni......dice Pisanu.

Non lo dice il solito blogger in cerca di visite o di consensi , nè lo mormora l'ultimo e frettoloso avventore del bar per rianimare una  discussione morta.
Neanche si tratta di uomo di sinistra che sferra l'ultimo attacco al premier , e questo spiace agli uni che hanno perso un'occasione , ed agli altri che vedono sfumare ogni possibilità di difesa.
Il richiamo e l'avvertimento provengono davvero dall'alto e proprio per bocca di un uomo insospettabile.
E'  lo stesso Presidente della commissione Antimafia, Beppe Pisanu, che parla ed attacca questa volta.
"Alle ultime elezioni regionali e amministrative emergono candidati ed eletti in  liste gremite di persone che non sono certo degne di rappresentare nessuno".
"La disinvoltura nella formazione delle liste è molto più allarmante di quella che noi abbiamo immaginato".
Si scopre poi che , non solo i politici non hanno mantenuto fede alle loro dichiarazioni di presentare liste pulite, ma che anche molte prefetture non hanno adempiuto ai loro doveri istituzionali di fornire i dati dei candidati all'Antimafia.
E non si tratta , come vorrebbe una facile retorica, delle sole Prefetture meridionali; fanno bella mostra di se , sembra, anche Mantova e Bolzano.
Sono state dette , nelle varie campagne elettorali , tante belle parole sulla "trasparenza" delle liste e sull'onesta dei candidati da presentare ma alla fine sono rimaste lettera morta.
Alla luce dei fatti anche le parole pronunciate recentemente dal premier sembrano solo un ennesima battuta, proprio quelle in cui Berlusconi cercava di convincere il paese che a proposito di corrotti e disonesti , oramai nel Pdl non ne se ne trovavano più, visto che erano stati  tutti individuati ed allontanati.
Ci provi ora il Cavaliere a rispondere, con dati ed argomentazioni, a Pisanu, Presidente delle Commissione Antimafia, ex ministro dell'interno, nonchè uomo di punta del Pdl.
Le affermazioni pesano come un macigno , e Pisanu forse è vero sparerà nel mucchio,  ma parla proprio di personaggi indegni.

Nessun commento: