lunedì 11 ottobre 2010

Berlusconi vuole le teste di La Russa , Bondi e Verdini per salvare la propria.

Berlusconi forse ha davvero incominciato a farsi preparare sondaggi veri, quelli che rappresentano il paese e non le sue aspirazioni o le sue convinzioni.
L'occasione per manifestare un cambio di tendeza viena offerta al premier dal suo discorso al convegno della Dc di  Saint-Vincent.
"Con un'analisi che condivido, - afferma il Premier - l’amico Gianfranco Rotondi ha detto che se negli ultimi due mesi la nostra parte politica ha dato un’immagine che non ha entusiasmato lo si deve a errori del partito e non del governo".
Come al solito il Cavaliere è ottimista.
Che il Pdl abbia fornito un'immagine non certo entusiasmante al paese e oramai risaputo e sotto gli occhi di tutti da molto tempo. Ma le reponsabilità della inefficenza e della conseguente caduta dei consensi vanno equamente condivise tra Berlusconi, governo e partito.
L'ottimismo caratteriale del premier nulla toglie alla sua presunzione.
Infatti nel voler individuare le colpe  di un cattivo "operare" complessivo subito se ne chiama fuori, addebitandone le responsabilità ad altri.
Lo strano e che lo vuole fare in un partito in cui un solo uomo , e cioè lui, ne è stato sempre il padrone assoluto.
I meriti, se ce ne fossero, sarebbero suoi , le colpe naturalmente sono di altri ; è una sceneggiata che il paese conosce da tempo.
Forse ora per la prima volta il premier ha dato una rapida occhiata ai sondaggi e la caduta di consensi ha raggiunto livelli di guardia tali da obbligarlo a pensare di tagliare qualche testa prima che qualcuno pensi alla sua.
Sul piatto d'argento si intravedono alcune teste (si fa per dire), eccellenti ; Bondi , La Russa e Verdini fanno bella mostra di sè. Non a caso Bonaiuti ha pensato bene di minimizzare.
Comunque ancora poco, si tratta solo di aspettare , mancano ancora un paio di punti di caduta in percentuale nel consenso tra  gli elettori è si scoprirà che è arrivato il periodo del "terrore".
Come nella rivoluzione francese , nel Pdl cadranno dapprima alcune teste, poi diventeranno sempre più numerose, ma sarà inevitabile arrivare prima o poi  a far cadere anche quella del "monarca", il responsabile primo ed ultimo di ogni cosa.
A poco potrà servire massaggiare ora il collo a tutti i luogotenenti.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

NESSUN CQMMENTO, TUTTO CIO CHE E SCRITTO E ASSOLUTA VERITA. AGIUNGO UNA MIA OPINIONE,LA COLPA DI TUTTO QUESTO E DI QUEI PIRLA CHE LANNO VOTATO!

max ha detto...

Una verità con tanti errori, l'ho vista solo nei discorsi di chi tira l'acqua al suo mulino. Non siete meglio di Berlusconi

Anonimo ha detto...

IO sono meglio di berlusconi....non voglio darmi meriti che non ho,ma.....non vado a p.....e,non rubo,non sono indagato,non sono divorziato,non ho mai ospitato mafiosi...come uomo IO (e moltissimi altri)sono sicuro di essere meglio di s.b.

Attila ha detto...

Molta responsabilità è dei capi dell' opposizione che hanno sottovalutato ipocritamente, il pericolo berlusconi.
Non hanno fatto niente per fermarlo anzi, come dimostrato nell' ultimo governo di sinistra, gli hanno spalancato le porte ed i portoni.
Quel ch'è peggio, fanno finta di mascherare il fattaccio per non ammettere le responsabilità.
Per etica professionale dovrebbero dimettersi alla chetichella, ma con una faccia da mignotta restano là a tergiversare magari dicendo che occorre dare spazio ai giovani!
Che vergogna mostruosa.
Berlusconi è una cariatide, ma questi sono da museo dell' orror.
Dispiace dire queste cose, ma è l' evidenza.

Anonimo ha detto...

Concordo con Attila!
Se però devo dire un altro motivo per cui siamo ridotti così male è per colpa dell'informazione B controlla oltre che le sue reti anche gran parte di quelle pubbliche e gli effetti li vede chi va in internet per il resto pochi spiragli per informazione libera e controcorrente...altra cosa una giustizia martoriata sicuramente con alcune mele marce all'interno ma dove chi è normale diventa improvvisamente sovversivo e comunista!Come dice Grillo andiamo incontro al disastro con il sorriso...

Attila ha detto...

Al commentatore del 11/10/10 ore 22:51.
Sono daccordo con te, ma mi chiedo chi ha lasciato tanto spazio e libertà di operare senza alcun impedimento?
Perchè è impensabile che è successo senza che nessuno se ne sia accorto.
Siccome sono diffidente e conoscendo il personaggio mi viene il sospetto che il b. li abbia comperati tutti tappando loro la bocca e legando le mani a suon di milioni.
Non ti sembra una ottima ragione?
In fin dei conti nel nostro parlamento albergano un gran numero di mignotte, che sono là non per il bene del paese, ma per affari mascherati di politica.tingl