lunedì 27 settembre 2010

Come sempre chiacchere e insulti in risposta a Montezemolo ed alla Marcegaglia.

Luca Cordero di Montezemolo entra a piè pari nella polemica con il Governo e attacca direttamente la Lega.
Lo fa dal sito web della sua associazione Italia Futura, riprendendo le parole e le critiche stizzite di Emma Marcegaglia verso l'esecutivo.
Il Governo - si legge nell'articolo - "ha fatto molto poco, per lo più chiacchere" in tutti questi anni.
L'attacco più importante e più duro però è riservato alla Lega : “Umberto Bossi è molto abile a lanciare proclami e provocazioni – si legge nella homepage di Italia Futura – ma la sua Padania resta immaginaria".
Il leader della Lega è corresponsabile in questi sedici anni delle non scelte che hanno portato il paese a impoverirsi materialmente e civilmente".
Anche sul fronte delle rivendicazioni specifiche del suo elettorato Bossi ha combinato ben poco (guardare alle promesse sul federalismo per credere).
Dubitiamo infatti che i suoi elettori l'abbiano mandato in Parlamento per difendere Cosentino o Brancher.
Sul versante dell'azione e dei fatti , il mondo industriale italiano chiede alla politica ed al Governo, riforme vere e sostanziali; riforme fiscali , della pubblica amministrazione, dello stato, e investimenti e aiuti strutturali a tutte quelle  aziende che la crisi economica rischia di far fallire.
“Gli italiani - avverte Italia Futura - ne hanno piene le tasche delle parole a vanvera di una classe politica screditata in particolare quelli che lavorano e producono: quegli italiani che, a differenza di Bossi e dell’attuale maggioranza, tengono in piedi il Paese con i fatti e non con le parole”. 
A leggere le dure parole degli attacchi pare evidente che si sia  consumato  l'ultimo strappo , non solo con Fini, ma con buona parte degli industriali e della classe dirigente di questo paese.
Ma ancora una volta e come sempre, alla  Marcegaglia, a Montezemolo, a quanti criticano giustamente, da destra o da sinistra , l'immobilismo di questo governo , si risponderà con gli attacchi e con gli insulti, e non con i fatti  e le azioni.
Se però la situazione è oltre che critica esplosiva, nel contempo, tolto Bossi e Di Pietro, nessuno sembra volere le elezioni anticpate.
Resta comunque da chiedersi quale sia il male minore per il paese, continuare in queste condizioni,  con questi personaggi, con questo parlamento e con una classe politica sempre più screditati, sempre più impresentabili , sempre più arroganti e diciamocelo per una volta , anche sempre più pericolosi per la democrazia, o andare ad elezioni anticipate dopo aver cambiato la legge elettorale.
Siamo certi che la seconda ipotesi sia proprio la peggiore ?

2 commenti:

attilio ha detto...

beh.. una domanda per Montezzemolo e per la presidente Marcegaglia io l'avrei: L'economia e l'industria italiana sono andati male solo la scorsa settimana oppure questa 'caduta' è in corso da dieci anni almeno???. Nel caso in cui si trattasse, come a me sembra. di una crisi pregressa, cosa è accaduto che vi ha fatto risvegliare improvvisamente??? Non avete più paura di perdere i soldi a fondo perduto che in questi anni avete scippato a noi onesti lavoratori che abbiamo sempre pagato tutte le tasse dovute? Se non avete vergogna di voi stessi, sarei contento di sentire la vostra risposta...

Anonimo ha detto...

Meglio tardi che mai.... la cosa importante è mandare a casa questo Governo!!! il problema è...chi votare? e se non votasse la maggioranza degli aventi diritto??? che succederebbe???