giovedì 1 luglio 2010

Spesso bravi , non a far politica o buone leggi, ma a tirar di coca ed a frequentare donnine compiacenti o trans.

E' un nuovo scandalo nell'immoralità costante di certa politica.
Si fa carriera qui, non per servire il paese , ma per far piacere a sè stessi ed averne qualche vantaggio.
Tocca ora , secondo notizie diffuse dalla stampa e raccolte da un trans presente al festino, ad un consigliere della provincia di Roma ed iscritto al Pdl, esporsi al pubblico ludibrio, ad una nuova gogna mediatica direbbe Berlusconi.
Motivo dello scandalo il ricovero in ospedale dopo un coca party con transessuali.
Pare che il festino tra l'altro fosse più importante, o semplicemente più piacevole , delle votazioni sull'assestamento del bilancio che si svolgevano, nello stesso tempo, in aula.
Il nostro consigliere , in evidente stato confusionale , il suo bel discorso sembra lo abbia fatto dal terrazzo di una villa.
Come si sa per il Pdl è sempre importante la vita privata , oltre alla privacy naturalmente, che è addirittura sacra.
E un vero peccato però che i nostri "gloriosi eroi" scivolino così spesso in comportamenti dalla dubbia moralità e si facciano oltretutto scoprire, siano sempre così impegnati ad inseguire piaceri e faccende del tutto personali piuttosto che l'interesse della comunità, siano poi e tra l'altro così bravi, non a far politica, buone leggi o l'interesse comune , ma a tirar di coca ed a frequentare , o donnine compiacenti , o abili massaggiatici , o trans.

in riferimento a: Roma, consigliere provinciale in ospedale dopo coca party con trans - Pupia.Tv (visualizza su Google Sidewiki)

Nessun commento: