mercoledì 28 luglio 2010

Pdl : cadono come birilli sotto il peso delle accuse, non basterà cacciare Fini per risolvere il problema.

Prima Scajola , poi Brancher, Cosentino , dell'Utri , Verdini  e ora Caliendo, è una epidemia, che colpisce più e peggio della peste e del colera.
Cadono come birilli gli uomini del Pdl , sotto il peso delle accuse e delle responsabilità.
Difficile ora , anche per un cieco , dire che nel Pdl non esiste un problema morale.
Esiste eccome, ed ha le dimensioni  di un macigno, talmente grande che rischia di schiacciare governo e maggioranza.
Solo uno sciocco o uno sprovveduto potrebbe pensare che per risolvere il problema sia sufficiente cacciare Fini , Bocchino e Granata.
Ci vuole altro, ci vorrebbero leggi ad personam, leggi bavaglio che impediscano non solo di indagare ma anche di sapere o forse un vero e proprio colpo di stato.
Si può tentare tutto, anche quello che parrebbe impossibile, salvo poi assumersene le responsabiltà e le colpe, ammesso che in un paese già in crisi si possa anche far poi appovare e digerire ogni cosa.
Se Fini ed i suoi attaccano ne hanno motivo e ragione, ed i dubbi si infiltrano e si fanno strada nel partito.
E non si può pensare alle solite difese d'ufficio, affidate questa volta non solo al premier ed a Ghedini, ma anche ad Alfano, Schifani, Bondi e Capezzone, pensando così di salvare il salvabile, dimenticandosi che non è più questione di perdere solo quel poco di credibilità rimasta, ma questa volta, davvero e tutta, la faccia.
E evidente che quando Fini afferma che "va bene il garantismo, ma c’è da chiedersi se è opportuno che chi è indagato abbia incarichi politici" non si rivolge solo a Cosentino o a Verdini, ma mira decisamente alto, si rivolge direttamente al primo responsabile, non solo del partito ma anche del Pdl.
"La grande questione dell'etica deve essere una bandiera del Pdl" , continua Fini, ma come è possibile farlo accettare  in un partito che ha fatto delle leggi ad personam una bandiera ed un simbolo e che si ritrova con un premier pluri inquisito, con personaggi di spicco e di livello indagati, quando non già condannati ?
Prima o poi quindi si arriverà alla resa dei conti, anche perchè è evidente che non solo di Verdini o di Cosentino si tratta ora ,ma l'affondo di Fini prima o poi arriverà a Berlusconi , se per tutti deve valere e si accetta il principio che "non è opportuno che chi è indagato abbia incarichi politici".
Proprio per questo , mentre è vero che non basterà cacciare Fini per tacitare il paese o risolvere la questione morale, è altrettanto vero che non basteranno le dimissioni di Verdini, di Cosentino e ora di Caliendo , per fermare Fini e riunificare così il partito.
Piaccia o no, la questione morale , comunque la si affronti, è destinata a minare da vicino il governo, e se non sarà nell'immediato la principale causa della sua caduta, già ne fa trasparire le crepe diffuse nella compagine governativa e nel partito, se ne odono già gli scricchiolii, si intravedono già minate le principali fondamenta dell'uno e dell'altro.
Sicuramente sbaglia, questa volta, il capitano che pensa di poter ancora manovrare a suo piacere, ritornare a navigare nel mare aperto ed in burrasca, salvare se stesso e tutto l'equipaggio, buttando semplicemente a mare il secondo assieme a tutti i rivoltosi.
Mentre non si placa  così la burrasca, neanche è possibile pensare, così facendo, di poter meglio governare la nave.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Deve per forza, sotto ogni burrasca cercare di governare la nave, altrimenti tutte le leggi ad personam non lo potranno salvare dai processi e lui è per questo che si è messo in politica per non finire dentro. Troverà un'altra via di uscita. Se le giocherà tutte le carte, anche quelle che non ha, ma non mollerà. Aprirà la sua bocca e ancora una volta sgancerà le sue solite bugie che gli italioti, suoi fedele, crederanno e anche se si arrivasse alle elezioni lui galleggerà e questo basterà per salvargli il c..o. Oramai gli italioti, che lo votano, li conosce bene e sa come incantarli. Ha fatto bene Fini a mettere le distanze. Lui non è mai stato sorpreso con “le mani nella marmellata” e può parlare di morale, invece quelli intorno al premier….chissà se ci rimarrà qualcuno

willy ha detto...

Quel vecchio suonato non se ne andrà solo per la fronda dei finiani, perchè deve subito passare per le aule di giustizia, dove l'aspettano i processi.
L'unica possibilità è che cade con la sfiducia.
Ma chi è pronto adesso a contrastarlo in nuove incognite elezioni? Temo che con un P.D. traballante rivincerà ancora, con buona pace di tutti.

Anonimo ha detto...

Quello che sta facendo Fini è sicuramente lodevole ma non lo assolve dal fatto che fino ad ora ha sostenuto un governo ben sapendo(sicuramente prima di noi poveri mortali)di che pasta erano fatti.Chi ancora vota PdL secondo me o è un idiota o un bandito non si spiega altrimenti.

Anonimo ha detto...

e dopo che sarà caduto che farete ........festa??, e dopo comincerete a piangere miseria e a dire in giro che eè stata colpa sua??....ma andate a lavorare che magari qualcosa di buono imparate ,comunistelli falliti

Anonimo ha detto...

Per l’anonimo delle 20.20

Non tutti quelli che contestano questo governo sono comunisti, perché questo esecutivo fa vomitare chiunque e anche tu con lui. Visto che non hai fantasia, e chiami tutti comunistelli, anche chi comunista non è, hai il coraggio di difenderlo nonostante questa fogna di corrotti che nella storia sta vincendo ogni record. Negli ultimi 150 anni, questo è l’esecutivo che ha più corrotti sorpresi con le mani nel sacco e tu, come tutti quelli come te, invece di preoccuparti delle tue tasche, che sono quelle dello Stato, cioè di noi, ti preoccupi di difendere il tuo protetto politico, ma a te chi ci pensa, Berlusconi? Ah… povero illuso, sogna sogna tanto rimarrai con un palmo di naso. Svegliati e impara a difenderti e a pensare a te come cittadino e non ai politici che di te se ne infischiano, ai capito GRULLOOOO!!!!!

Banjo ha detto...

Ci sono commentatori (intendo scriventi) che pur di difendere questa situazione di corruzione, negano l'evidenza. Questo vuol dire essere come i tifosi di calcio che sono tutto tranne che obiettivi. E' per questo che il popolo italiano è immaturo alla democrazia! Se un comportamento è sbagliato, lo sarà che appartenga ai bianchi o ai neri.
Forse molta gente di questa fatta ha bisogno ancora del duce!

Anonimo ha detto...

All'anonimo di "comunistelli falliti",
se tu fossi una lavoratrice di omsa,che sposta tutto in Serbia, dove penseresti di andare a lavorare?

iphone25 ha detto...

ciao. ti volevo chiedere se vuoi fare lo scambio link con me, se vuoi farlo lasciami un commento in http://iphone25.blogspot.com/2010/04/blog-che-mi-linkano_27.html ciao..