lunedì 5 luglio 2010

L'ennesima figuraccia: "il caso Brancher" .

Che cosa avrà mai fatto Brancher in questi suoi 17 giorni da ministro resta un mistero per tanti, persino per lui credo.
A dire il vero anche la sua nomina resta un mistero, anche se i più smaliziati una idea se la sono anche fatta.
In fondo la prassi non è nuova e rischia di diventare consuetudine, viviamo oramai in un paese in cui si fanno proprio a questo scopo anche alcune leggi.
Ora, ad ascoltare qualche giornalista , le dimissioni di Brancher sembrano un segnale del nuovo corso del Pdl.
Poveri illusi , se così fosse,  dovremmo vedere sparire anche quella indecente legge bavaglio che qualcuno vuole spacciare come necessaria asalvare la privacy.
No, non si tratta della prima azione del nuovo corso di Berlusconi, si tratta solo dell'ennesima , nonchè ultima brutta figura, giunta al suo inevitabile epilogo, visto che non era più sostenibile per nessuno, dopo l'intervento anche del Capo dello Stato.
 

Nessun commento: