mercoledì 14 aprile 2010

Le sciocchezze del cardinal Bertone e della Chiesa.

Scivolano spesso i prelati quando si addentrano in considerazioni scientifiche, partono sempre con il piede sbagliato , da un loro principio generale fanno discendere il mondo ed ogni cosa. Così facendo non solo fanno male all'uomo con la  distorta intenzione di salvargli l'anima, ma spesso fanno male a se stessi ed alla loro istituzione.
E' capitato così al cardinale Tarcisio Bertone, secondo dopo il Papa nella gerarchia ecclesistica e persona di solito misurata, che per difendere la scelta del celibato della Chiesa abbia ecceduto stupidamente sull'omosessualità.
"Molti sociologi, - ha detto il prelato in Cile - molti psichiatri hanno dimostrato che non c'è relazione tra celibato e pedofilia  e invece molti altri hanno dimostrato, me lo hanno detto recentemente, che c'è una relazione tra omosessualità e pedofilia".
Le affermazioni del Cardinale sono pietose, insensate e per nulla attendibili, hanno la stessa valenza scientifica di quanti affermano che c'è una stretta relazione tra pedofilia e sacerdozio, cioè nessuna.
La chiesa anche qui emette schiocchi giudizi personali che dovrebbero esserele impoediti dall'autorità di cui è investita.
Continuando su questa china rischia di scavare tra sè e la società un solco sempre più profondo, rischia di perdersi ad inseguire superstizioni , stregonerie e dabbenaggini, degne di un medio evo che pareva dimenticato e che invece a qualcuno può sembrare prossimo e venturo.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Non posso che essere d'accordo.
Purtroppo la chiesa, vive grazie alla paura atavica che la gente ha della morte. Essa si e' frapposta tra l'uomo e la morte facendo credere di essere l'unica intermediaria possibile, col mondo dell'aldila', propugnando un concetto primitivo di fede cieca ed infantile. Purtroppo essa non e' che la risultante dell'ignoranza umana, che tuttavia e' un dato di fatto.