mercoledì 17 febbraio 2010

E no Bertolaso, non si puo lasciar intendere che "Noi" stiamo buttando fango sulla protezione civile.

E no caro Bertoloso , possiamo capire tutto ed accettare tutto nella ferma convinzione che ognuno è comunque innocente fino a prova contraria , riusciamo ad accettare la Sua accorata difese ed i Suoi  distinguo , a prendere per valido il fatto che,  "forse e semplicemente" Le " è sfuggito qualcosa", magari involontariamente, e di cui non Si sente colpevole, anche se in cuor nostro siamo convinti che chi deve vigilare e non lo fa , comunque ha delle responsabilità oggettive per cui dovrebbe essere giudicato, ma il voler dire a Ballarò che è personalmente stanco di vedere , stampa ed opinione pubblica, gettare fango su di lei e sulla Protezione Civile , obiettivamente mi sembra un po forte e neanche veritiero.
Personalmente poi non ho nemmeno apprezzato il Suo accenno al fatto di non avere avuto la collaborazione dei giudici e forze dell'ordine sulle inchieste in atto , se così fosse stato , ha dichiarato, avrebbe fatto più attenzione ed evitato il peggio.
Forse si dimentica che compito dei giudici è fare indagini e processi, non avvisare chicchessia sulle loro inchieste.
Noi avremmo volentieri fatto a meno di questo scandalo , di questo sperpero di denaro pubblico che dei veri farabutti e dei ladri inveterati hanno così vergognosamente intascato.
Ma non dica per favore che è colpa nostra , non dica che stiamo gettando noi fango sulla Protezione Civile
Noi , i giudici e la stampa, stiamo semplicemente chiedendo chiarezza, verità e giustizia.
Qualcuno nel fango ci si è rotolato da solo e ha ingannato anche l'intero paese e tanta gente onesta anche nella Protezione Civile, chi ne è colpevole perciò se ne assuma le responsabilità e "si vergogni" , non si cerchi di addossarne la colpa ad altri , una volta ai giudici, una volta alla stampa ed una volta all'opinione pubblica..

2 commenti:

EURIPIDE ha detto...

Condivido il commento di Azzurro e aggiungo: 1° Nel diritto,ed a proposito di responsabilità, esiste sia la "culpa in vigilando" che quella "in eligendo".Si risponde per entrambe a prescindere dalla conoscenza o meno di un fatto delittuoso commesso da uno dei propri collaboratori o sottoposti.Salvo poi a dimostrare di aver fatto tutto quanto era NECESSARIO,DOVEROSO e POSSIBILE per far in modo che quello che è successo non succedesse. E Bertolaso QUESTO DOVRà FARE. iL RESTO SONO CHIACCHIERE. A precindere ovviamente dalle EVENTUALI irregolarità commesse a titolo personale. Qui nessuno butta fango sul LAVORO della protezione civile, ma SUL MODO in cui questo lavoro viene volto. Ovviamente nonn da tutti . Le mele marce saranno 2-3-4 .forse anche qualcuna in più... ed è con quelle che ce l'abbiamo !!!

EURIPIDE ha detto...

Condivido il commento di Azzurro e aggiungo: 1° Nel diritto,ed a proposito di responsabilità, esiste sia la "culpa in vigilando" che quella "in eligendo".Si risponde per entrambe a prescindere dalla conoscenza o meno di un fatto delittuoso commesso da uno dei propri collaboratori o sottoposti.Salvo poi a dimostrare di aver fatto tutto quanto era NECESSARIO,DOVEROSO e POSSIBILE per far in modo che quello che è successo non succedesse. E Bertolaso QUESTO DOVRà FARE. iL RESTO SONO CHIACCHIERE. A precindere ovviamente dalle EVENTUALI irregolarità commesse a titolo personale. Qui nessuno butta fango sul LAVORO della protezione civile, ma SUL MODO in cui questo lavoro viene volto. Ovviamente nonn da tutti . Le mele marce saranno 2-3-4 .forse anche qualcuna in più... ed è con quelle che ce l'abbiamo !!!