giovedì 25 febbraio 2010

E' bizzarro stupirsi della bocciatura delle leggi, dice la Consulta.

"Quando una Corte o un tribunale costituzionale dichiara l'illegittimità di una legge non compie nulla di strano, o peggio di illegittimo, ma emette una decisione che rientra nello svolgimento del principale dei suoi compiti istituzionali. Forse ora la vera bizzarria potrebbe consistere nel meravigliarsene.
 Ci fu chi, tra i costituenti, comunisti come liberali ritenne una "bizzarria" la sola ipotesi che 15 persone, non elette direttamente dal popolo, potessero porre nel nulla una legge emanata dal Parlamento.
Sta di fatto che tale bizzarria esiste da oltre mezzo secolo ed è ormai condivisa dalla quasi totalità dei paesi europei e da molti Stati extraeuropei ".

      Francesco Amirante, Presidente della Consulta

Nessun commento: