martedì 16 febbraio 2010

Berlusconi vuol fare piazza pulita dei presunti disonesti peccato voglia decidere lui quali.

E'  quasi patetico lo sfogo di Berlusconi su quanto è accaduto  al consigliere comunale del Pdl Pennisi, preso con le mani nel sacco mentre intascava una tangente.
"Quello che è successo a Milano è una cosa indegna" dice Berlusconi  , visto che questa volta non può dire altro.
Facile per lui parlare di "una mela marcia" , come se tutto il resto non esistesse, come se il paese non fosse scosso per intero e dalle fondamenta .
Accusandone solo uno ci si può così scordare delle tante mele marcie e putrescenti sparse per l'Italia, si può far finta così di dimenticarsi di scandali ed inchieste ben più importanti che coinvolgono personaggi di spicco del partito, membri del governo, e persino lo stesso presidente del Consiglio.
Nel frattempo , e tolto il caso indifendibile di milano , si continua a parlare , come se nulla fosse  di "nuova offensiva giudiziaria" della magistratura in vista delle elezioni, scordandosi che in italia, quasi ogni anno ci sono delle elezioni e che in ta caso la magistratura non dovrebbe mai lavorare.
Non è molto credibile perciò Berlusconi quando proprio oggi afferma essere giunto il momento di dare  "un segnale inequivocabile"  e di  fare "piazza pulita di chiunque non sia più che specchiato".
Che siano solo parole lo dimostra il fatto che se davvero così fosse si dovrebbe cominciare dall'alto, da qualche senatore come Dell'Utri , da qualche sottosegratario accusato di mafia, dai vertici della Protezione Civile, da Verdini stesso , e perchè no persino dal Presidente del Consiglio, che non si può davvero dire di essere al di sopra di ogni sospetto, anzi , nella questione morale c'è dentro fino al collo.
Forse Berlusconi è convinto di dover decidere da solo su chi deve essere dichiarato onesto e non affidarne il giudizio alla giustizia ed ai tribunali.
A me pare che ancora una volta si stia lanciando solo un messaggio  per elettori sempre più distratti, in attesa di quelle riforme che da sole toglierebbero di mezzo ogni questione morale ed ogni processo, facendo "diventare" di colpo onesto persino il peggior farabutto.
Se solo si fosse potuto contare ,da subito ed in pieno , sul processo breve, sul legittimo impedimento , sul divieto delle intercettazioni , in pratica su quella riforma della giustizia tanto cercata e voluta dalla maggioranza, è pur vero che non avremmo avuto un onesto in più o un ladro in meno, ma almeno nessuno sarebbe stato inquisito e processato e tutti  sarebbero stati un po' più liberi di "lavorare indisturbati" , come da tempo chiedono anche se inascoltati. 
 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Personalmente mi sono stancato di TUTTA la politica.
Destra, sinistra, centro....c'è qualcuno che si salva?
Questo è un paese dove nessuno si vergogna, e chiunque andrà al potere, farà sempre le stesse cose: cioè.....i prorpi interessi personali...(per non essere volgare).
Per sanare il tutto, basterebbe, non guardare le TV, non pagare le tasse, diminuire tutti gli stipendi stratosferici dei politici con tutto il loro enturage, e mandarli, una settimana, una piccolissima settimana ad estrarre carbone in qualche miniera del Belgio. Solo la mattina, mente di sera potrebbero fare sesso a gogò.
Forza mandiamoceli!!!!!

Anonimo ha detto...

Per le persone oneste le intercettazioni telefoniche non fanno paura, mentre per Berlusconi e i suoi compari le intercettazioni telefoniche fanno comode quando incastrano quelli che non la pensano come lui, (Comunisti) mentre quando tocca loro sono ad orologeria, e bisogna eliminarle. Ormai in questa Italia gli onesti sono chiamati fessi, ma gli onesti vanno sempre a testa alta, mentre questi mafiosi, fuori rubano e sfruttano la povera gente, poi va in chiesa a fare mea culpa.
Purtroppo i politici di destra, di sinistra e di centro, sono tutti della stessa forza, si fanno eleggere dal popolo solo ed esclusivamente per fare i propri interessi, Personalmente e sinceramente parlando, dopo quasi 50 anni che voto, sono talmente sfiduciato che alle prossime elezioni di Marzo,
non so se vado a votare,
Qualcuno mi dirà che faccio male, però quando uno ha creduto in certi politici e a un partito per tanti anni, e questo ti delude, e gli altri sono uguali, allora perdi la fiducia, e mandi a fa culo tutti.