martedì 12 gennaio 2010

L'errore di Bersani.

Certo potrà anche essere vero che le primarie , come dice Bersani "non sono un vincolo ma un'opportunità" , ma proprio volerle fare a singhiozzo o a macchia di leopardo è un grave errore.
Si dica chiaramente agli elettori che le primarie non si faranno proprio più e che si mettano il cuore in pace perchè il partito vuole essere libero di fare le sue strategie ed i suoi accordi.
Che differenza c'è se il Pdl è " già in campo" o meno ; poca importa in fondo, se non a dare ancora meno credibilità alle affermazioni.
Il Pd non è un partito che possa accettare padroni caro Bersani ; è nato come Partito Democratico e si è dato delle regole.
Nessuno le ha imposte , sono state scelte volontariamente.
Il non rispettarle, a secondo della convenienza , può dare una cattiva impressione a gli elettori e portare il partito su una brutta china.
Le regole che ci si impone sono come le leggi , vanno rispettate sempre , altrimenti si cambiano.
Non si possono, al contrario, rispettare solo secondo la convenienza e secondo l'opportunità , altrimenti  si è uguali a tanti altri.
Non si sta facendo solo una piccola furbizia, si sta commettendo al contrario un grosso errore.

Nessun commento: