giovedì 7 gennaio 2010

body scanner nuovo limite alla pubblica decenza.

Non c'è più limite alla decenza, ma la colpa non è del body scanner.
Questi ancora non sono entrati in funzione che già divampano le polemiche.
L'Italia si sa è bigotta, ma in questo campo si scopre che tutto il mondo è paese.
Si invoca subito , ancora prima dell'installazzione delle nuove apprecchiature, la salvaguardia della privacy  a tutela di una riservatezza perduta da tempo.
Viviamo in un mondo in cui ogni angolo di strada sembra ormai destinato ad ospitare una telecamera a nostra insaputa, ed ancora non ce ne rendiamo conto.
Passeggiamo spiati lungo i giardini ,i viali , i vicoli più bui delle nostre città, nei supermercati come nei luoghi di lavoro e neanche ce ne accorgiamo. Veniamo monitoriti attraverso le nostre carte di credito , con i nostri cellulare, persino visti e seguiti con i satelliti spia.
Siamo inconsciamente, per un motivo o per l'altro, senza più una vita privata e ancora riusciamo a polemizzare per il fatto che ci vogliano sottoporre ora negli aeroporti, per la nostra e per l'altrui sicurezza, ai raggi X.
C'è chi si è perfino inventato l'idiozia che il body scanner non debba essere utilizzato con i bambini al di sotto di una certa età.
Pare che questi idioti siano convinti che la visione delle intimità infantili possa favorire o far emergere alcune tendenze pedopornografiche latenti nella società moderna.
Secondo qualcuno sembra essere più tollerabile il fatto di esser fatti saltare in aria, con qualche centinaia di passeggeri, da qualche pazzo visionario che persegue le sue battaglie per fanatismo, per irrazionalità, o per meritarsi un suo paradiso assieme ai martiri, piuttosto che sottoporsi ad una minima "scannerizzazione" in un qualche aeroprto.
Ma quando in gioco c'è la sicurezza ben vengano i body scanner, la vita di ognuno vale molto di più di una discussione sciocca ed inutile, di una mal intesa privacy , di alcune irrazionali timidezze o pudicizie.
In fondo le nuove apprecchiature mostreranno ben poca cosa dei nostri corpi , una massa grigia informe, qualche protesi aggiunta e nulla di più , niente di appetibile , nè di umanamente desiderabile.
Tuttal più verrà accontentato qualche morboso e patologico prurito di chi ama comunque violare , anche  nelle piccole cose, l'altrui intimità.
Tutto questo comunque val bene la nostra sicurezza, il fine in questo caso giustifca il mezzo.
Per il resto possiamo stare tutti  tranquilli i bady scanner passeranno ai raggi X il nostro corpo, l'anima ancora per un po' rimarrà invisibile ed inesplorata.
Con essa ancora resistono, invisibili ai più, i sentimenti e poi quel poco di materia grigia che si colloca nel cervello umano, a volte questi rimangono invisibile ed imperscrutabili, a volte mostrano e rendono pubblica la loro "pochezza" proprio attraverso le idee, le ragioni e la parola.
Chissa come potrebbe essere utile in futuro l'invenzione di uno scanner anche per la mente, potrebbe evitarci qualche idiozia di troppo e tanta ed inutile perdita di tempo per ascoltare argomentazioni sciocche.