lunedì 12 ottobre 2009

Osimo, padre accoltella la figlia perché si fidanza con un albanese.

Spesso è la diffidenza e l'incomprensione , a volte sono diversità culturali profonde , costumi e stili di vita diversi che creano problemi alla civile convivenza dei popoli.
La convivenza forzata poi è spesso la causa scatenante di conflitti profondi e radicati.
Non è detto poi che l'aver vissuto all'interno di società più aperte, colte o considerate civili , possa essere di per sè stesso d'aiuto.
Se ieri accadeva di assistere all'uccisione di giovani donne arabe per il semplice fatto che queste pretendevano di  vivere alla maniera occidentale o , semplicemente perchè queste si fidanzavano con ragazzi italiani, come si vede ora capita anche l'esatto contrario.
E' successo così oggi che , Mario Matarazzo, 44 anni di Osimo, non sopportasse più la relazione della figlia di 23 anni con un albanese, e per questo l'ha colpita alla gola con un punteruolo la scorsa notte.
Ora l'uomo è rinchiuso in carcere con l'accusa di tentato omicidio aggravato, mentre la ragazza è ricoverata nell'ospedale regionale di Ancona.
Non è in pericolo di vita e dovrebbe guarire in una ventina di giorni.
Non consideriamoci perciò per il semplice fatto di essere italiani di essere diversi o migliori di altri.
Tutto il mondo è paese, ed in tutto il mondo prosperano e vivono sia i pregiudizi che l'ignoranza.
A noi combatterli , in qualsiasi maniera, quando questi si presentano.