martedì 13 gennaio 2009

Massacrata dai Talebani Shabana non danzerà più.

Non c'è, nell'immaginario occidentale, alcuna festa araba in cui non sia presente una danzatrice, a dimostrazione di quanto sia radicata ed antica l'usanza.
E' una tradizione che si perde nei millenni, è un'arte antica che accompagna spesso cerimonie importanti come nascite e matrimoni.
Ma è anche un segno inequivocabile di gioia, di allegria e di felicità. Purtroppo tutto questo non fa parte nè della mentalità, nè dei sentimenti dei Talebani. Nulla, per loro, deve essere permesso di ciò che è piacevole.
Sono vietati il cinema e la musica. Persino gli aquiloni , che per tradizione rallegravano Kabul e le pagine di Hosseini, sono stati vietati. Con sacrificio sicuramente maggiore, sono state proibite anche le scuole per ogni bambina del paese.
Non c'è nulla di più dirompente della gioia e della felicità per gli integralisti, sono sentimenti che conquistano e cambiano il mondo, sono per loro insopportabili perchè conquistano gli animi, e sopratutto perche sono contagiosi.
E' di questi giorni purtroppo la notizia di un loro ennesimo delitto.
Shabana, la più famosa delle ballerine di Mingora, città poco distante da Peshawar, è stata uccisa qualche giorno fa con un inganno.
Shabama è stata contatta da 4 clienti che gli avevano chiesto di danzare per loro.
La danzatrice ha però ballato per l'ultima volta . E' stata questa la sua ultima occasione per allietare una festa e dare gioia e compagnia a qualche antica solitudine.
Dapprima l'hanno insultata, poi, dopo averla trascinata in piazza, le hanno sparato.
Sul suo corpo, con profondo atto di disprezzo, sono state gettate delle pallottole, alcune banconote, dei cd e dei dvd, assieme a delle foto di sue "esibisizioni", giudicate oscene ed anti-islamiche .
Shabama è ora un esempio ed un simbolo.
E' purtroppo un esempio chiaro ed evidente consegnato a tutte quelle donne che sono costrette a vivere o sperano di poter vivere, in paesi in cui regna sovrano l'integralismo; ma Shabana è anche un simbolo di riscatto per quanti sanno opporsi in ogni modo e con ogni mezzo , anche a rischio della vita, ad ogni forma di integralismo e di oscurantismo.

3 commenti:

Franca ha detto...

Ogni popolo ha avuto il suo medio evo da cui prima o poi è uscito.
Ma deve farlo da solo, non certo con le bombe occidentali che sono solo riuscite a peggiorare le cose.
L'Iraq di oggi è cento volte peggiore di quello di ieri...

Anonimo ha detto...

Shabana anima nostra sei sempre viva in noi
Respect

Anonimo ha detto...

Shabana sei la nostra anima sei in noi
Respect