sabato 7 giugno 2008

Si rialzi Cavaliere, rialzi la sua schiena se vuole rialzare l'Italia

Una volta il Cavaliere era solito gridare " rialzati Italia" ora, al solo vederlo , verrebbe voglia di fare nostro il suo motto e di sussurrargli "rialzati anche tu".
Il colloquio tra Berlusconi e Benedetto XVI dicono, e si vede, sia stato cordiale, come non si ricordava avvenisse da anni tra un Pontefice ed un Presidente del Consiglio Italiano
Berlusconi pare sprizzasse felicità da ogni poro, e che, a colloquio avvenuto, confessasse entusiasticamente ai suoi collaboratori :"Siamo come la vecchia Dc, che non doveva spiegare da che parte stava".
Nell'incontro, con il Pontefice prima, e con il segretario di Stato Tarcisio Bertone poi , Berlusconi si è "speso in prima persona per fornire le massime "garanzie" sulle decisioni del governo su alcuni temi "sensibili" per la Santa Sede come la scuola cattolica, la tutela della famiglia, la legge sulla procreazione assistita e anche quella sull'aborto".
Ad ogni argomento sollevato dai suoi interlocutori, il Cavaliere ha risposto con un "possiamo farlo".
Facile capire i motivi di soddisfazione del Vaticano, in un colpo solo, ed in un breve colloquio, Benedetto XVI si porta a casa quanto la Santa Sede chiede da un ventennio, e non solo.
Se Oltre Tevere vi è chi può esserne giustamente soddisfatto, le preoccupazioni ora non possono che essere tutte degli italiani e delle italiane.
A noi preoccupa enormemente il fatto che Lei abbia parlato esplicitamente di finanziamenti "nazionali" per la scuola "cattolica", magari a tutto discapito della scuola pubblica, ci preoccupa che poi abbia assicurato al Pontefice che , per quanto riguarda la procreazione assistita, verrà modificata la circolare adottata da Livia Turco, e che alla fine abbia assicurato anche una revisione della legge 194. E' quel suo "si può fare" che ci inquieta.
Ma ci sono anche altre cose che rischiano di preoccuparci ancora di più Cavaliere; una è il suo smodato desiderio di ricostituire politicamente in Italia quella "Balena Bianca" di cui nessuno più ne sentiva la mancanza, una "balena" che tutti giudicano oramai appartenente al passato di questo paese, alla sua storia, non al suo futuro.
Come Lei sa non è più tempo di Balene, anche la pesca, proprio in questi giorni è in crisi, al giorno d'oggi, al massimo ci si ritrova con qualche "squalo" o con qualche caimano in più, ma niente balene, da anni sono specie in estinzione.
Ma non c'è fine alle nostre preoccupazioni Cavaliere, dopo questa visita.
Vede Cavaliere, spesso anche i gesti hanno un loro preciso significato, possono diventare fatto politico se compiuto da uomini pubblici, rischiano di diventano programma, ed è quel suo inchino che stona, non è dignitoso, mi angoscia e mi preoccupa, non è cosa da poco e vorrei farle capire perchè.
Lei Cavaliere, le piaccia o no, piaccia o no agli italiani, ci rappresenta, e però ci deve rappresentare proprio tutti , cattolici, valdesi, musulmani, ebrei e sopratutto laici, perchè in una moderna democrazia lo Stato è sempre laico.
Lei dovrebbe ufficialmente rappresentare la dignità e l'autorità dello stato ed a questa tutti dovrebbero rispetto, e a noi Cavaliere fa male vederla così chino, cosi supplice davanti al Pontefice, Lei che era è in visita ufficiale, non privata.
Nessun Presidente del Consiglio Italiano, nessun Presidente della Repubblica Italiana ha mai piegato la schiena davanti a nessun Capo di Stato, solo Lei, e questo suo atto di sottomissione, se ben riflette, è la cosa che ci preoccupa di più per l'avvenire.
Si rialzi Cavaliere se ha ancora la presunzione di far "rialzare l'Italia", io non l'ho mai vista cosi "bassamente" rappresentata come in quella foto.

3 commenti:

BC. Bruno Carioli ha detto...

Non alza l'Italia, non rialza la schiena davanti al Papa, nè rialza il volo dell'Alitalia.
Cosa vi aspettavate da uno basso ?

Anonimo ha detto...

come fa a rialzare l'italia se lui e' il primo ad appecoronarsi al volere di altri stati?

Artemisia ha detto...

Da buona cattolica invece non mi piace questo schierarsi del Papa dalla parte di un tizio losco e razzista come il berlusca(iniziale minuscola) e compagnia. Il ritorno ad un certo passato lo vedo sempre più imminente. Ed ho paura.