giovedì 29 maggio 2008

Il ballerino Kledi aggredito al grido di "albanese di merda".

Kledi Kadiu è stato vittima di un'aggressione xenofoba, da parte di tre ragazzi, a Roma.
L'aggressione è nata per una banale discussione quando uno dei tre ragazzi si è scagliato sul danzatore albanese gridando: "te lo faccio vedere io chi sono, albanese di merda'.
Non voglio entrare ancora una volta nell'inutile discussione se si tratti di aggressori di "destra" o di "sinistra", non me ne può importare di meno, neanche mi entusiasma il saperlo.
E' evidente però che si tratta di una violenta aggressione razzista.
Il clima purtroppo conta, e a forza di parlare di ronde e di extracomunitari, prima o poi si trova sempre qualche deficiente, di destra come di sinistra, che pensa di interpretare i comuni sentimenti facendosi giustizia da solo, vendicandosi così di tutte le vere o presunte aggressioni degli extracomunitari nei confronti degli italiani.
Ora se ne accorge anche Alemanno che pensa "sia venuto il momento di lanciare un appello congiunto da parte di tutti gli esponenti politici del centrodestra e del centrosinistra affinché nella nostra città possa essere scongiurato ogni rischio di intolleranza e di violenza".
Era ora.
Forse però sarebbe stato meglio gridarlo un po' prima, magari proprio tutti assieme, come si vuole fare adesso.
In ogni caso meglio tardi che mai.
Poi forse sarebbe anche ora di abbassare un po' i toni, magari sarebbe stato proprio più opportuno fare anche questo un po' prima, cercando di risolvere tutti assieme i problemi, seriamente, senza estemporaneità, ma anche senza agitare inutili spauracchi.

5 commenti:

Federico Moretti ha detto...

Pare che il "saltimbanco" in questione avesse insultato i genitori dei ragazzi della scuola che gli Italiani gli hanno aperto perché stavano riprendendo, orgogliosi, i loro figli durante la cerimonia d'inaugurazione: uno di questi, infastidito dagli insulti di uno sbruffone cocainomane e sodomita, ha reagito così. Che poi si trattasse di un Albanese e, nella reazione scomposta, il soggetto in questione abbia avuto quest'uscita... beh, non mi sento di accusarlo: per una persona che probabilmente si fa il culo dalla mattina alla sera per uno stipendio da fame, farsi insultare da un imbecille che per quattro "piroette" prende milioni di euro è evidentemente frustrante. Se poi si pensa che gli Albanesi sono quelli che ti narcotizzano (io sono allergico, morirei per uno shock anafilattico se lo facessero con me) per derubarti... certo, non si dovrebbe generalizzare, ma la gente è stufa! Infatti ha votato Alemanno, non quel pirla di Rutelli. Se volete il "melting pot", dovete prepararvi al suburbio statunitense, fatto d'incendi e di omicidi. E lì il fascismo non è mai esistito.

ivan ha detto...

io si Federico mi sento di condannarlo e dopo aver letto il tuo commento rimango ancora più convinto sia ora di abbassare i toni tutti assieme.

Franca ha detto...

Il clima conta, eccome se conta.
E' sicuramente vero che si trova sempre qualche deficiente, di destra come di sinistra, ma da una parte di più...

Sir Drake ha detto...

Sono sconvolto dal primo commento, dai toni violenti con cui è scritto e dall'intolleranza che trasuda da quelle parole.
Non conosco esattamente i fatti, ma siamo al solito regolamento di conti: al Pigneto avevano rubato un portafogli? Andimo e gli sfasciamo il negozio! Kledi ha osato fermare chi lo stava riprendendo? Copriamolo di insulti razzisti!
così si risolvono i problemi oggi in Italia.
Caro Federico, cosa vuol dire "sodomita"? E' un insulto? L'omosessualità è un male da estirpare? Magari a colpi di bastone?
Tu sai cosa voglia dire fare quattro piroette? Sei mai entrato in una sala prove di danza? Sai quanto lavora un ballerino per offrire al suo pubblico uno spettacolo per cui valga la pena pagare un biglietto?
Io credo che tu non abbia mai messo piede in un teatro, altrimenti - se frequentassi qualche ambiente in cui si parla di cultura - avresti un altro atteggiamento, meno intollerante.
In America non sarà mai esistito il fascismo ma sono esistite le leggi contro gli stranieri, contro i comunisti, sono stati mandati alla sedia elettrica degli innocenti perchè erano anarchici (hai mai sentito parlare di Sacco e Vanzetti? erano due Italiani, condannati a morte per non aver fatto nulla).
Quelli come te mi fanno paura, perchè seminano odio e violenza.

Anonimo ha detto...

Razzisti del cazzo