lunedì 28 aprile 2008

Siamo noi i trombati non i Parlamentari.

Trombati ? loro o noi ? Ai posteri l'ardua sentenza.
Finita la legislatura, come si sa, molti dei nostri Onorevoli Rappresentanti hanno dovuto lasciare, il posto e l'incarico nel Palazzo, ai loro successori.
Perdere il "posto di lavoro", sopratutto se così ambito, sicuramente è spiacevole, si capisce possa anche intristire.
Giudicando però veritiera l'inchiesta di Panorama al riguardo, i nostri amati Onorevoli possono lasciare il Palazzo con un ampio sorriso sulla bocca.
Ad intristirci dovremmo essere noi, non perchè comuni mortali, ma semplicemente perchè "comuni lavoratori".
Proviamo ad analizzare per sommi capi quanto si portano a casa, secondo Panorama ed il "Giornale", i nostri cosiddetti trombati.
"Alfonso Pecoraro Scanio, 49 anni, 5 legislature alle spalle, si porterà a casa 8.836 euro lordi al mese.
Solo per dovere di cronaca si sottolinea che interpellato ha riconosciuto che «sì, è un privilegio ma lo utilizzerò anche per sostenere il volontariato ambientale».
Antonio Martusciello (Fi), di anni ne ha 46, di cui 14 passati in Parlamento.
Potrebbe riscattare i restanti per arrivare a 20 e portarsi a casa per tutta la vita 7.959 euro lordi al mese.
Pietro Folena, Prc, di anni di contributi ne ha 25: per lui sono garantiti 8.836 euro al mese. E ancora, tutti sotto i 60 anni di età, avranno il vitalizio di 7.959 euro lordi al mese, tra gli altri, Enrico Boselli (Psi), Oliviero Diliberto (Pdci), Ramon Mantovani (Prc) Maurizio Ronconi (Udc), Enrico Nan (Forza Italia), Fulvia Bandoli (Sd). Un po’ meno (6.203 euro) prenderanno Tana de Zulueta (verdi), Salvatore Buglio (Rnp), Gloria Buffo (Sd).
Poi ci sono quelli con la mega liquidazione, che hanno 30 anni di contributi versati e/o riscattabili. Per loro 9.363 euro lordi al mese. Si tratta di Ciriaco De Mita (Rosa bianca), Gerardo Bianco (ex Margherita), Paolo Cirino Pomicino (Dc), Sergio Mattarella (Pd), Vincenzo Visco (Pd), Luciano Violante (Pd) e Valdo Spini (Psi). Il Senato staccherà un assegno di 9.604 euro per Armando Cossutta (Pdci), Egidio Sterpa (Fi), Alfredo Biondi (Fi), Clemente Mastella (Udeur), Willer Bordon (Consumatori) e Edo Ronchi (Pd)".
Se le notizie riportate ed i dati sono veri, siamo certi che questi siano stati effettivamenti trombati ? o semplicemente siamo noi i trombati ? E come devono sentirsi i tanti pensionati al minimo che non riescono ad arrivare a fine mese ?
Non vado oltre perchè sono certo che basterà questo per accusarmi di essere diventato qualunquista, alla Grillo....

4 commenti:

Franca ha detto...

Dati tristemente noti...

Pietro_d ha detto...

se non sbaglio per poter acquisire la pensione i parlamentari debbono comunque aver compiuto i 60 anni (per chi ha meno di dieci anni nelle aule) e 65 per chi ne ha meno...

ivan ha detto...

Pietro: per una vecchia norma , con 20 anni di contributi, a prescindere dall’età dell’onorevole, il Parlamento scuce, per tutta la vita.
Basta essere stati eletti prima del 2001.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Tutto questo senza neanche la fatica di guadagnarsi i voti di preferenza, ma solo la preferenza dei capipartito.