lunedì 7 aprile 2008

Decapitata la mafia crotonese ora aspettiamo solo giustizia.

Brillante operazione della Polizia di Stato ancora in corso. Sono infatti 42 le ordinanze di custodia cautelare emesse nell’ambito della maxi operazione contro la ‘ndrangheta nel Crotonese.
Le accuse, emesse a vario titolo a carico degli arrestati vanno dall' associazione mafiosa, all'omicidio, all'estorsione, al traffico di armi e di sostanze stupefacenti.
Nel corso delle indagini sono emersi anche importanti collegamenti con le cosche del reggino e con la criminalita’ albanese, dalla quale le persone coinvolte nell’inchiesta si sarebbero rifornite di armi ed esplosivo.
Tanti brillanti risultati dovrebbero alla fine dare i loro frutti, purtroppo l'unica cosa incerta nel nostro paese è la Giustizia, sempre promessa e mai realizzata.
Il dubbio è che, anche questa volta, conoscendo il sistema, potremmo trovarci nella situazione di non dover far altro che aspettare per poter vedere come, anche questi "mafiosi", ritorneranno alla fine nuovamente liberi senza subire alcun processo .
E' schizofrenico e incomprensibile il comportamento di un paese in cui si mobilitano centinaia di uomini e vengono impiegate risorse economiche tanto ingenti, in fondo per nulla, per una "rappresentazione", per una giustizia che è sempre lontana, impossibile , sempre di là da venire, sempre ingiusta.
Quindi rallegriamoci oggi ma con parsimonia, non facciamolo più del dovuto, aspettiamo di raccoglierne se possibile domani i frutti , quando saranno finalmente maturi i risultati provvisori per ora raggiunti.
La criminalità non si sconfigge con gli annunci sulle prime pagine dei giornali, ma solo dopo che sono stati assicurati alla giustizia e condannati i criminali.

3 commenti:

LaClau ha detto...

E terribile le diverse versione degli insecuritá que abbiammo negli paesi. Nel Messico essistono mafie chi sono esperti dei estorzioni, traffico di stupefacenti,
kidnaping. El crimine organizzato si chiama "narcotráfico".

S.B. ha detto...

Che tristezza. Penso soprattutto alla frustrazione di chi fa il poliziotto e rischia la vita per arrestare qualche mafioso. E poi se lo ritrova libero :-(

Franca ha detto...

Nella speranza che anche stavolta non scadano i termini...