venerdì 18 aprile 2008

Basta il battito d'ali di una farfalla per sconvolgere il mondo.

E' morto Edward Lorenz.
Forse i più diranno chi era costui ? Ebbene era il padre della meteorologia moderna ed è stato uno dei fondatori della teoria del caos, disciplina che si colloca al confine tra matematica e fisica, scienza oggi molto accreditata e di gran moda.
Edward Norton Lorenz si è spento ieri a novant’anni, consumato da un male incurabile, non lontano dal famoso Massachusetts Institute of Technology (Mit) dove per tanti anni aveva insegnato.
Lorenz passerà sicuramente alla storia come lo scopritore dell’«effetto farfalla, espressione ormai entrata nel linguaggio comune e che vuole sottolineare, come un evento di grande portata, possa essere innescato da una causa del tutto insignificante come il battere di ali di una farfalla. In pratica sosteneva Lorenz il battito d'ali di una farfalla in Brasile può scatenare una tempesta in Texas.
È colpa dell’«effetto farfalla» in pratica se nessuno è in grado di prevedere che tempo farà tra una settimana, infatti, oltre un certo limite l'atmosfera sfugge al determinismo e sconfina nel caos.
Il fenomeno e la scoperta di Lorenz non sono applicabili al solo campo della meteorologia, ma in genere a tutti i fenomeni naturali, e non solo.
In pratica la sua è una teoria del "caos" che alla fine tutto governa.
Non è caotico solo il tempo meteorologico ma, ad esempio, anche il ritmo con cui batte il nostro cuore e persino il moto dei pianeti.
Tutto al mondo si reggerebbe in pratica sul caos e anche l'ordine apparentemente "più perfetto" è destinato prima o poi a ritornare inevitabilmente al caos, anche per fenomeni che possono sembrare del tutto marginali o insignificanti.
Come si vede la teoria di Lorenz è più vitale che mai, modernissima ed interessantissima, con implicazioni che sembrano sconvolgere i comuni pensieri anche "sull'ordine" del cosmo.

1 commento:

Franca ha detto...

Siamo nati dal caos e al caos torneremo...