lunedì 10 marzo 2008

Sono preoccupato ho saputo che Berlusconi farà i miracoli riducendomi le tasse.

Ancora una volta sento Berlusconi riproporre il suo vecchio slogan, quello per intenderci della riduzione delle tasse.
Dico vecchio solo perché ne avevo già sentito parlare qualche anno fa, non perchè sia oramai risolto e superato.
Devo essere però sincerò, pur essendo convinto che il problema esista non credo alle facili promesse, anzi devo dire che io la cosa la vivo sempre con un po' di apprensione.
Sono sempre stato in vita mia scettico e non ho mai creduto ai miracoli e neanche agli imbonitori.
Al riguardo infatti mi resta sempre qualche domanda da fare a cui Berlusconi, furbescamente, non dà risposte.
Direte voi ma se dovesse svelarci tutto prima delle elezioni potrebbe essere che anche gli avversari copino il suo programma, anche perché lui glielo ha stracciato e non so se ne avevano una copia.
Se poi tutti sapessero anche metterlo in pratica questo piano "miracoloso" allora la gente si chiederebbe perchè mai dovrebbe dare il voto a Berlusconi che tra l'altro è già cosi occupato a curare i suoi di interessi prima di quelli degli Italiani ?
Però io, che in fondo sono un sempliciotto, mi faccio un piccolo ragionamento.
Ma chi la pagherà questa benedetta riduzione delle tasse ? e riguarderà poi tutti gli italiani o solo qualcuno ? e tra quelli che risparmieranno ci sarà anche lui che è già cosi ricco oppure no?
La domanda a me pare sensata, nel senso che dando per scontato che la spesa per far funzionare la politica, i ministeri, la scuola (che tra l'altro vuole sviluppare) , la sanità (che vuole migliorare ) ed in pratica tutta la macchina statale è quella che è, ma allora, mi chiedo, da dove verranno i soldi ? Chi pagherà ?
Farà come l'ultima volta e risparmierà sui contratti degli statali e del pubblico impiego non rinnovandoli ? Licenzierà i dipendenti pubblici ? Non finanzierà le ferrovie e ci darà le macchine gratis ? Non farà le opere pubbliche ? non credo anzi vuole fare addirittura il ponte sullo stretto. Ma allora i miei dubbi restano senza risposta, dovrò tenermeli, anche perchè non credo lui voglia ridurre la pressione fiscale dei più bisognosi facendo pagare di più ai ricchi.
Toglierà forse i soldi dal cilindro ? non sarebbe meglio, dico io, ce lo spiegasse un po' prima delle elezioni anche perchè non vorrei trovarmi con le tasse ridotte ma dovendo poi pagarmi la clinica privata, la macchina nuova, la scuola privata per il figlio o addirittura, nel peggiore dei casi, trovarmi senza lavoro.
Il dramma mio è che se Berlusconi si riduce le tasse di qualche centinaia di migliaia di euro comunque poi riesce a pagarsi tutto, anche la scuola privata dai "Salesiani" per i nipoti, se a me invece riducono le tasse di 200 euro l'anno ma poi devo arrangiarmi per la scuola, per i trasporti e per la sanità sapete dirmi che vantaggio ne ho avuto ?
Cercate di capirmi e di perdonare i miei dubbi, ma al giorno al giorno d'oggi, se non si sta attenti, basta così poco per essere presi per i fondelli, trovandosi così oltre che "cornuti" anche "mazziati".

1 commento:

Franca ha detto...

Bhè, anche Veltroni a riduzione delle tasse non scherza:
via l'ICI sulla prima casa, giù l'IRPEF per tutte le aliquote di un punto all'anno per tre anni...
Quello che nessuno dice è quale sarà la copertura finanziaria...