domenica 16 marzo 2008

Questa volta sto con il Papa ma starei anche con il diavolo

Non amo particolarmente Benedetto XVI, per la verità non condivido quasi nulla del suo pensiero, delle sue idee e delle sue convinzioni.
Questo Papa rappresenta forse quanto di più distante possa esserci dal mio mondo.
Oggi però l'ho sentito dichiarare, in una piazza San Pietro gremita,
"Basta con le stragi, basta con le violenze, basta con l'odio in Iraq. Noi vogliamo da qui lanciare un forte e accorato grido e in pari tempo un appello al Popolo iracheno..,Amato popolo iracheno solleva la tua testa e sii te stesso, in primo luogo, ricostruttore della tua vita nazionale. Ora null'altro che" riconciliazione, perdono, giustizia, rispetto della convivenza civile tra tribù, etnie, gruppi religiosi..".
Capisco che stia difendendo la "sua chiesa" e anche i suoi interessi, in Iraq e nel mondo.
Lo so, e sono anche cosciente, che io e lui ci troviamo spesso su "barricate" diverse.
Considero anche che di solito non "cammino" con tutti o con il primo che capita, abitualmente mi scelgo dei buoni compagni di strada e di vita, dei buoni e credibili maestri.
Resta però il fatto che per una buona causa "camminerei" persino con il diavolo, e questa volta cammino anche con lui.

1 commento:

Rhadamanth ha detto...

E neanche una parola sul Tibet.