giovedì 27 marzo 2008

Ecco i nomi della cordata, voleranno dopo le elezioni.

Ecco finalmente che Berlusconi fa i nomi dei partecipanti alla cordata.
La cordata italiana sembra quindi esistere, per ora.
I nomi rilasciati nell'intervista alla Stampa sono diversi, vanno da Ligresti a Benetton a Mediobanca. E, aggiunge Berlusconi, "ce ne sono molti altri, come l'Eni che ha tante risorse, che può partecipare direttamente all'operazione e che ha grande interesse in questa vicenda".
Sembrano per ora svaniti nel nulla i "figli", semplicemente "volati" via, può darsi che si giudichi basti un impegno in famiglia.
Nessuno ha comunque ancora confermato la partecipazione alla cordata.
Resta solo da notare come persino Bossi sia estremamente dubbioso.
Il Senatur, più smaliziato di molti altri o forse molto meno diplomatico, ha infatti affermato che "gli imprenditori si fanno avanti solo se c'è da guadagnarci".
Per ora quindi registriamo le semplici dichiarazioni, rimangono però inalterati tutti i dubbi.
Sono convinto che si parlerà molto di cordate e di Alitalia in campagna elettorale, ma vedrete che le cordate cominceranno a "volare" solo ad elezioni avvenute.

1 commento:

BC. Bruno Carioli ha detto...

I berluschini volevano l'aeroplanino ma il padre eticamente ineccepibile non glielo ha comprato.
Smentito circa la composizione della cordata proporrà un nuovo elenco, aiutiamolo:
Paparon de Paperoni, Gargamella, la Fata Turchina...