domenica 30 marzo 2008

Brogli elettorali ma di destra.

Alla fine Berlusconi ancora una volta ha dimostrato di aver ragione.
Lui le cose le sapeva.
Se parlava di "brogli elettorali" un motivo c'era.
A Palermo,in questi giorni sono stati arrestati due presidenti di seggio che avrebbero falsificato centinaia di schede elettorali durante le amministrative di maggio 2007 (ma non le aveva controllate tutte anche Berlusconi queste schede dopo le elezioni?).
Fonti giudiziarie precisano che la lista "favorita" con i brogli sarebbe stata quella di "Azzurri per Cammarata", apparentata al candidato di Forza Italia poi eletto sindaco.
Il Cavaliere aveva indovinato tutto, tranne i colpevoli.
Non era la solita sinistra coinvolta nei brogli, ma erano uomini legati a filo doppio alla lista di Centrodestra. Peccato....
Consiglierei al Cavaliere di rifarsi accusando il giudice di essere un "comunista".

2 commenti:

Franca ha detto...

Non dargli suggerimenti in questo senso che non ne ha assolutamente bisogno...

BC. Bruno Carioli ha detto...

Il signore si che se ne intende !!
Di brogli.