sabato 23 febbraio 2008

La Binetti è partita per la sua "crociata" .

Paola Binetti dice di essere "perplessa, smarrita e preoccupata" per l'intesa con i Radicali decisa dal Pd. Una decisione, dice in un'intervista a 'Repubblica', che "come cattolici, non possiamo capire". La senatrice annuncia già "battaglia": "Ora che fine farà l'equilibrio raggiunto all'interno del partito tra area cattolica e riformista?", si chiede.
Aggiunge la "crociata" che mercoledì, ha votato contro la fiducia al governo Prodi per opporsi ad una norma del decreto sicurezza che poteva aprire al riconoscimento delle coppie gay. Si vede che questo è proprio la sua "battaglia", la sua fissa perpetua.
Quanto ai Radicali, la Binetti afferma che "sono portatori di una cultura totalmente opposta a quella dei cattolici. Da sempre.
Dall'aborto alla contraccezione, dall'eutanasia al valore della famiglia formata dall'unione di un uomo ed una donna. Tutto ci divide dai Radicali. E per questo, dopo questa intesa non possiamo non essere perplessi ed amareggiati".
Ma io mi chiedo dove stia la Binetti, non stava forse nel Pd ? Ma Veltroni che ne pensa di tutti questi argomenti tanto cari alla Binetti, ma anche e da diversi punti di vista, a tanti Italiani ? Fanno parte del suo programma o no ? Se sono nel programma del Pd e dei radicali che cosa ci sta a fare la Binetti ? Ha capito male lei o abbiamo capito male noi e anche i radicali ?
Continua la Binetti "Veronesi ministro? Non lo prendo in considerazione"
"Chiunque si candidi con il Pd deve rispettare la carta dei valori, il codice etico, il programma".
Una che comincia parlando così già fa saltare i nervi, già parla in tono ispirato e da visionaria clericale.
Ma mi fermo e ancora mi chiedo, ma quali sono i valori ? i suoi o i miei ? ed il programma ?
Me lo chiedo perchè anch' io come i radicali sono favorevole alla legge 194 sull'aborto, poi sono favorevole alla contraccezione, all'eutanasia, alla famiglia formata dall'unione di due persone che si amano, ma che obbligatoriamente non devono essere, per forza di cose, di sesso opposto.
Ma ora basta domande e considerazioni, mi servono solo delle risposte. Speriamo che arrivino prima o poi e puntuali.

7 commenti:

Eta ha detto...

Grazie per questo post, mi ero persa l'"esternazione" della santa parlamentare.
Si, sarebbe bello sapere dove sta veltroni in tutto ciò perchè forse finalmente scoprirei cosa devo votare alle prossime elezioni.
Purtroppo dubito fortemente che lui stesso lo sappia. L'idea che mi ha dato fino ad ora è quella di una banderuola pronta a girare nella direzione del vento più forte.
E allora speriamo che non soffi dalla parte della binetti...

Franca ha detto...

Nel programma del Pd non c'è nulla che riguardi la laicità dello Stato e i diritti civili per cui la Binetti mi sembra che possa stare tranquilla.
Per quanto riguarda l'economia, i radicali sono più liberisti del Pd, quindi di cosa si preoccupa?

Sir Drake ha detto...

Devo dire che Veltroni è stato molto chiaro, a proposito di 194 e diritti delle coppie conviventi, ad esempio.
Fosse la volta buona che la Binetti esce dal Pd!
Sarebbe, finalmente, un buon motivo per apprezzare l'ingresso in lista dei radicali.

Franca ha detto...

C'è una petizione per chiedere che non venga candidata!

Ed ha detto...

Mi domando che ci fa nel PD questa monaca fallita. Se ne vada in un convento e la faccia finita.

Nicotera ha detto...

La trovo profondamente antipatica e secondo me farebbe bene ad autodistruggersi: parlare di un gruppo politico, qualunque esso sia, paragonandolo ad una "metastasi" oltre ad essere fuori luogo e anche segno di arteriosclerosi irreversibile.

ivan ha detto...

spero proprio no la candidino